Stai per partire per Barcellona ma ancora non sai dove girarti?
Hai solo 3 giorni e vuoi vedere tutta la città nel più breve tempo possibile?
Cerchi consigli semplici, veloci, indolori?

ECCO 10 COSE DA FARE A BARCELLONA

#1 UTILIZZARE I MEZZI DI TRASPORTO

Può sembrare una dritta banale, ma non è così scontato pensare di dover prendere bus tram e metro per spostarsi, soprattutto se si è in vacanza!

Non disperate, anzi gioite: Barcellona vanta ben 11 linee metro attive (potete verificare gli orari sul sito TBM ); e poi treni, tram, autobus, tutto ciò che occorre per evitare di noleggiare una macchina (i parcheggi sono da rapina!) o di chiamare un taxi.

Se comprate un biglietto T-10 avrete accesso a 10 viaggi integrati metro/bus/tram al costo di 10,30€.
Vi abbiamo convinti?

#2 GODERSI IL PARC GUELL

Meta obbligatoria, guai saltarla.

Prendendo in prestito la definizione di Wikipedia, “il Parco Güell è una delle realizzazioni dell’architetto Antoni Gaudí a Barcellona che appaiono nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. È un parco pubblico con all’interno un museo a cielo aperto, visitabile tutto l’anno, e uno dei monumenti-simbolo della città catalana, con un’alta frequentazione turistica.”
Ahinoi questa meravigliosa attrazione naturale è diventata a pagamento da qualche mese, precisamente nella Zona Monumentale dell’artista (costo 8€, acquistando il biglietto on line 7€).

Come fare per non pagare? Assolutamente niente di illegale: vi basta entrare dopo le 18 in inverno e dopo le 20 in estate; l’ultimo sole vi regalerà un effetto sicuramente diverso, arricchito da artisti di strada, feste e musica.

#3 SEGUIRE LE ALTRE TAPPE ARCHITETTONICHE DI GAUDì

Non lasciate per strada queste meravigliose creazioni dell’artista catalano, tutte con lo stesso inconfondibile stile:
• CASA MILA’, detta la PEDRERA
• CASA BATLLO’
• CASA VICENS

#4 FARSI UN AUTOSCATTO SIMPATICO DAVANTI ALLA SAGRADA FAMILIA

Simbolo di questa meravigliosa città, la Sagrada Familia sembra una grandissima opera di sabbia e ammalia dal 1882 i turisti di tutto il mondo.
La chiesa è tuttora in costruzione, cercando di perseguire i voleri del grande architetto (lo riconoscete? ancora Gaudì)

Immortalarvi davanti a questa bellezza non potrà che migliorarvi la giornata.

#5 SPILUCCHIARE TUTTE LE BANCARELLE DELLA RAMBLA

Souvenir, soprammobili, piante, e poi ancora quadri, cartoline, dolci tipici.
La famosa passeggiata che parte da Plaça Catalunya e arriva all’altissimo Mirador di Colom è ricca di mille sorprese, movida compresa!

#6 RIMANERE INCANTATI DAI COLORI DEL MERCATO DE LA BOQUERIA

Il fascino di questo storico mercato è noto a tutti gli esploratori più curiosi: frutta, verdura, pesce e caramelle lasciano, con le spezie e i pomodori essiccati, l’impronta coloratissima degna di ogni paese affacciato sul Mediterraneo.

Il mercato de la Boqueria vi sorprenderà.

#7 RAGGIUNGERE SCALINO SU SCALINO IL MONTJUIC

Esiste la comoda possibilità di prendere la funivia ma…volete mettere la soddisfazione di arrivare in cima con i propri piedi?
Il monte sopra Plaça Espanya regala una vista spettacolare, ancora meglio se la Fuente Màgica in basso è accesa.

#8 NON DIMENTICARSI IL MARE

Barcellona non gode solamente di un grandissimo porto e di un museo marino, ma sfoggia spiagge vive e brulicanti.
Con la stagione calda dunque lanciatevi in un bagno, tra una visita e l’altra 😉

#9 CERCARE PAELLA E SANGRIA NELLE TRATTORIE PIU’ NASCOSTE

Non fermatevi alla prima recensione di Trip Advisor o al ristorante con più baldoria.
Si sa, l’apparenza inganna: addentratevi nelle viuzze dei pescatori o del quartiere gotico e mangiate in qualche piccolo posticino intimo; non ve ne pentirete.

#10 BALLARE AL RITMO DEI MUSICISTI DI STRADA

Impossibile non venire travolti dal calore della musica catalana .
Lasciatevi trascinare dal ritmo delle chitarre e delle nacchere, diventerete spagnoliti per una sera (e non lo scoprirà nessuno)

credit foto: https://www.barcellona.org/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *